This site uses cookies. If you continue, you consent to this.

Opportunità di lavoro

Non è complicato inviare una candidatura per lavorare in Hays, ma prepararsi in modo adeguato può esserlo. Assicurati di ritagliarti il tempo necessario per preparare il tuo CV e, se davvero pensi che Hays possa essere l’azienda che fa per te, mettiti nei panni di una persona del nostro team Internal Recruitment per scriverlo in maniera tale da poter essere preso in considerazione da uno di loro.



Ricerca posizioni aperte
Invia il tuo CV

FAQs

Dopo aver inviato una mia candidatura per una posizione aperta in Hays, sarò richiamato in tempi brevi?

Ci sforziamo di dare riscontro a tutte le candidature che riceviamo entro due settimane. Spesso a questo tempo può allungarsi a causa di un alto volume di CV da analizzare.

Posso candidarmi contemporaneamente per posizioni lavorative in città diverse?

Sosteniamo sempre la mobilità sia a livello nazionale che a livello internazionale. Tuttavia è meglio che tu comunichi le tue preferenze di location ai nostri Consulenti durante i tuoi colloqui iniziali. Questo ci permetterà di gestire la tua candidatura in maniera efficace.

Quanti colloqui dovrò sostenere?

Il numero dei colloqui che dovrai sostenere può variare a seconda del livello della posizione lavorativa per cui ti stai candidando. In media puoi aspettarti di sostenere da tre a quattro colloqui con Hays Italia.

Dopo aver sostenuto un colloquio con Hays, quando saprò se la mia candidatura ha avuto buon esito?

Durante il colloquio ti comunicheremo il tempo necessario per l’analisi del CV. In qualsiasi momento puoi contattare le persone cha hai incontrato per chiedere lo stato di avanzamento del processo.

Se la mia candidatura non ha avuto esito positivo, posso candidarmi per una posizione lavorativa in Hays in una data successiva?

Se la tua candidatura non è stata selezionata per una posizione lavorativa in Hays, ti daremo un feedback sulla tua performance, consigliandoti anche come migliorare per le prossime volte.

Come creare un Curriculum Vitae?

Non sempre risulta facile scrivere su di sé. Alcune persone non riescono a trasferire tutte le proprie qualità nero su bianco, mentre altre tendono invece ad esagerare, rischiando poi di essere smascherate durante i vari colloqui. Come comportarsi quindi? Quale è la strategia più efficace per redigere un buon Curriculum Vitae? Grazie all’esperienza dei Consulenti Hays, ecco qualche utile e prezioso suggerimento.

Presentazione

  • Un buon Curriculum non deve essere più lungo di 2 o 3 pagine, altrimenti rischiate che diventi troppo difficoltoso da interpretare correttamente
  • Prepara il tuo CV in MS Word (Altri formati, infatti, potrebbero risultare non compatibili) e assicurati che le dimensioni del file non siano eccessive.

Struttura

  • Nella prima pagina scrivete i dati personali ed i recapiti per contattarvi. Indicate anche il numero di cellulare, ma non il numero dell’ufficio, se non si desidera essere contattati lì
  • La struttura del Curriculum deve essere chiara e facile da capire. E’ bene presentare tutto ciò che vi riguarda in modo semplice e conciso
  • E’ preferibile usare i bullet points piuttosto che frasi intere (a volte possono risultare superflue)
  • Il percorso scolastico e l’esperienza professionale devono essere inseriti in un ordine ben preciso: dall’esperienza più recente a quella più datata (ad esempio – gli studi Universitari è bene indicarli prima degli studi in Istituiti superiori)
  • Non lasciate mai un periodo temporale “vuoto”. Qualunque sia la motivazione o l’esperienza intercorsa, indicatela, altrimenti i selezionatori potrebbero insospettirsi di questa mancanza.

Non lasciate nulla al caso!

  • Potete anche descrivere i vostri hobby, ma solo brevemente ed alla fine del Curriculum

Controllo finale del Curriculum

  • Verificate più volte e con molta attenzione ciò che avete scritto, in modo da evitare spiacevoli errori di ortografia. Nel caso, potete anche farlo visionare da altre persone
Da ultimo vogliamo ricordarvi che il Curriculum Vitae è la prima impressione che il selezionatore avrà di voi. Prendetevi, quindi, tutto il tempo necessario per crearlo, poiché potreste non avere una seconda possibilità.

Come sostenere un colloquio?

I colloqui sono una tappa fondamentale nella ricerca di lavoro. Non è una fase da temere, bensì da affrontare preparandoti a dovere. I Consulenti Hays hanno selezionato di seguito alcuni preziosi suggerimenti.

 

Arrivare preparati

  • Informatevi sulle persone che dovrete incontrare e su come raggiungere il posto in cui è stato fissato il colloquio. Prendete nota con cura dei recapiti del vostro contatto, preparate il vostro Curriculum e portatene una copia con voi
  • Recatevi al colloquio con alcune informazioni sull’azienda in questione, dimostrando così che conoscete la loro realtà. Guardate anche siti di aziende concorrenti, leggete riviste specializzate, così da essere informati su ciò che accade nel settore
  • Rileggete bene il Curriculum, per essere capace di dimostrare che corrisponde al profilo ricercato
  • Curate il vostro look (essendo però comunque a vostro agio): la prima impressione è importante

La prima impressione

  • Dalla prima stretta di mano, il selezionatore cercherà di capire chi siete
  • Tutti, dalla Receptionist al Direttore, potrebbero dare una propria opinione ed influenzare il selezionatore nella scelta del candidato ideale
  • Se vi vengono presentati altri interlocutori in fase di colloquio, guardateli quando li salutate, sorridete e ricordatevi i nomi, per poter rivolgervi a loro durante l’incontro

Domande da farsi

  • Dovete sapere ascoltare, certe volte le persone sono troppo emozionate e non riescono a concentrarsi Mantenere un atteggiamento tranquillo vi permetterà di ascoltare meglio e, quindi, di rispondere meglio
  • Prima di rispondere alle domande pensate bene a ciò che dovete dire ed al modo in cui dovrete esprimervi. Vi aiuterà a parlare con più fiducia in voi stessi
  • I gesti del corpo testimoniano la vostra sicurezza, ma attento a non esagerare
  • Dovete essere sinceri per quanto riguarda i vostri punti di forza ed i punti deboli. Fate vedere che riconoscete i vostri limiti e fate di tutto per migliorarli

Domande da fare all’interlocutore

E’ l’occasione per esprimere il vostro entusiasmo e il tuo interesse.

  • Quante sono le altre persone della divisione?
  • Quali sono i rapporti professionali che avremo?
  • Ci sono possibilità di formazione in azienda?
  • Quali saranno le mie responsabilità principali?
  • Che possibilità ci sono di aumentare le mie responsabilità?
  • Quali sono le possibilità di crescita in azienda?

A conclusione del colloquio

  • Cercate di sapere se e quando vi contatteranno di nuovo, ma senza insistere. Assicuratevi che abbiano i vostri recapiti per eventualmente contattarvi nuovamente
  • Ringraziate il vostro interlocutore per avervi dedicato tempo e salutatelo con una energica stretta di mano
  • Salutate ogni persona che incontrate. Non dimenticatevi di salutare la Receptionist andando via, soprattutto se si è occupata di voi durante l’attesa (se ad esempio vi ha servito un caffè o un the…).
  • Scrivere un ringraziamento per confermare il vostro interesse alla posizione in questione è una buona idea: è apprezzabile ringraziare l’azienda per il tempo e l’interesse che vi hanno dedicato
Ricerca posizioni aperte